fbpx
aeroporto

Consigli per un viaggio in Giappone

Stai organizzando un viaggio in Giappone ma non sai da dove iniziare? Qui trovi una lista di consigli utili per chi vuole realizzare un viaggio Nipponico, estrapolate dalla personale esperienza di Beronika.

QUANDO REALIZZARE IL TUO VIAGGIO IN GIAPPONE

PERIODO PIÙ CONVENIENTE PER VIAGGIARE IN GIAPPONE

Ottobre, novembre o maggio. L’autunno giapponese è perfetto, considerando il clima ed il cambio delle foglie che crea dei paesaggi stupendi, e novembre è il mese in cui i voli sono i più economici di tutto l’anno. Maggio è un mese ancora non troppo caldo ed i prezzi dei voli sono solitamente convenienti.

PERIODO PIÙ AFFASCINANTE PER VIAGGIARE IN GIAPPONE

Fine marzo-inizio aprile, durante l’hanami, ovvero la fioritura dei ciliegi. Periodo stupendo ma non proprio economico per dormire poiché è spesso tutto esaurito. Difficile prevedere il periodo di fioritura con molto anticipo, dato che questo varia di anno in anno.

PERIODO DA EVITARE

Da giugno a metà settembre. Dopo la stagione delle piogge seguono mesi di calore e umidità atroci, per poi finire in bellezza nella stagione dei tifoni. L’estate di Tokyo è durissima. Inoltre, essendo alta stagione, i prezzi dei voli e degli hotel sono molto alti. Una nota positiva: se sei amante dell’hiking, luglio ed agosto sono i mesi in cui è possibile scalare il Fuji.


CHE VOLO SCEGLIERE

ITALIA-GIAPPONE CON ALITALIA

Milano-Tokyo, Roma-Tokyo con Alitalia. 12 ore di volo diretto. Tolti i mesi di bassa stagione, Alitalia non è economica, ma consente di risparmiare tempo, che potrete utilizzare per godervi la vacanza. Note negative: i sedili, dell’Economy Class, che, non solo a mio parere, sono scomodi nella parte di appoggio della testa, e la scadenza delle miglia dopo 24 mesi. Lo so, penserai “e chi se ne frega delle miglia”, però spesso ti consentono di risparmiare sull’acquisto di un altro biglietto aereo.

ITALIA-GIAPPONE CON EMIRATES

Milano-Tokyo, Roma-Tokyo, Bologna-Tokyo con Emirates. 20 ore di volo effettive, con scalo a Dubai. Lo so, ho appena detto che il tempo è denaro. Ma, per assurdo, Emirates è quasi sempre molto più economica di Alitalia. E sopratutto…è Emirates. Che vuoi che ti dica. In più, le miglia di viaggio accumulate, e spendibili, vengono conservate per tre anni, fino all’ultimo giorno del mese di nascita del cliente. Nell’ultimo viaggio abbiamo pagato circa 100 euro a testa in meno utilizzando le miglia. Immagina di essere in viaggio con quattro amici: con 400 euro potete pagarvi delle ottime cene! Oltretutto, potrai vantarti di aver viaggiato con l’A380, ovvero l’aereo più grande al mondo.

CONSIDERAZIONI DA FARE PRIMA DI PRENOTARE UN VOLO PER IL GIAPPONE

Ti sconsiglio di arrivare a Narita o Haneda nella fascia oraria dalle 23:00 alle 4:00 del mattino. In quelle ore non ci sono mezzi di trasporto disponibili per arrivare fino a Tokyo. In questi casi dovrai utilizzare un taxi (che assolutamente non è economico qui in Giappone), dormire in qualche hotel vicino all’aeroporto, o attendere l’orario di apertura della metro o bus. Per lo stesso motivo, calcola bene gli orari per il ritorno.


PRIMA DI PARTIRE PER IL GIAPPONE

DOCUMENTI NECESSARI PER IL TUO VIAGGIO IN GIAPPONE

Occorre solamente il passaporto (con gli accordi tra Italia e Giappone non occorre nessun visto. Entrerai automaticamente come tourist). In aereo, prima di atterrare, ti verrà dato un foglietto che dovrai compilare e consegnare all’ingresso della dogana. Dovrai fornire i tuoi dati – passaporto, indirizzo italiano, eccetera – l’indirizzo dell’hotel – se sei ospite di qualche amico chiedi a lui/lei i dati da utilizzare – i dati del volo con cui stai arrivando, quanti giorni rimarrai in Giappone, se sei già stata/o in Giappone. In un altro foglietto ti verrà chiesto se stai trasportando dei prodotti proibiti (ad esempio puoi portare formaggi ma non prodotti di carne).

ASSICURAZIONE MEDICA

Per qualsiasi emergenza, è bene sapere che il costo delle visite mediche qui e è molto alto, da paragonare praticamente a quello negli USA. Cerca quindi una polizza per il tuo viaggio in Giappone che si adatti alle tue esigenze, sperando di non doverla mai usare. Prima di acquistare però, consiglio di informarti sulla copertura offerta dalla carta di credito o debito (in Italia chiamato Bancomat) con cui hai acquistato il volo. Non è un’informazione molto diffusa. Io lo scoprii quando fui “vittima” di uno sciopero dei controllo aerei nel 2016, e, grazie alla copertura della mia carta di credito spagnola, mi venne restituito l’importo del nuovo biglietto. Da quell’episodio scoprii che avevo diritto anche ad un’assicurazione medica per viaggi all’estero (oltre che altre casistiche) acquistati con carta di debito: nel caso di acquisto con la carta di credito la copertura è più alta.

JAPAN RAIL PASS

JR Pass
JR Pass (fonte: Flickr by Antonio Tajuelo)

A meno che tu non decida di rimanere in un’unica località del Giappone, il metodo migliore per spostarsi tra le varie città è il JR Pass. Questo speciale abbonamento ti consente di utilizzare illimitatamente tutti i treni della JR (Japan Rail) e treni ad alta velocità Shinkansen (non tutte le linee, consulta il sito web per verificare quali sono escluse) durante il periodo che decidi acquistare (7 giorni, 14 giorni, 21 giorni). Il Pass si acquista online prima dell’arrivo in Giappone ed è valido solamente per turismo (io, in quanto residente, non posso usufruirne). Il JR Pass si attiva nelle principali stazioni di Tokyo. I giorni di validità del pass si iniziano a contare dal primo giorno di utilizzo, non dalla data di attivazione (che si può effettuare entro i 30 giorni precedenti la data in cui vuoi iniziare ad utilizzarlo).

NB: Nella città di Tokyo il servizio metropolitano è gestito da diverse compagnie, tra cui JR. Ciò significa che, oltre al JR Pass dovrai sostenere un’ulteriore spesa per muovervi dentro la città. Se pensi “eh ma a me piace camminare!” ti faccio tanti auguri: non ti rendi conto di quanto Tokyo sia grande.

POCKET WIFI O SIM CARD PER IL VIAGGIO IN GIAPPONE

“Posso andare in vacanza in Giappone senza utilizzare internet?” certo che puoi, nessuno ti obbliga. Ma sappi una cosa: qui l’inglese si parla pochissimo, ed il wifi non è presente dappertutto. Io consiglio vivamente di pensare ad un Pocket WiFi (consigliato per un gruppo di persone, e da restituire in aeroporto alla fine del viaggio) o ad una scheda sim che mantiene il proprio numero di telefono ma permette unicamente di connettersi (e che potrete buttare alla fine del vostro viaggio). Entrambe possono essere acquistate online e programmate per essere disponibili al vostro arrivo in aeroporto o inviate direttamente in hotel. Alcuni nomi: Sukura Mobile, Global Advanced Communications. Se sei arrivata/o in Giappone senza aver prenotato, vuoi provare il brivido di non utilizzare internet e poi dovessi pentirtene, il mio consiglio è di recarti in uno dei numerosi Bic Camera (negozio di elettronica) ed acquistare una Sim per turisti, ad esempio quella di IIJmio.

DENARO E CARTA DI CREDITO

Per esperienza personali ti dico che la maggior parte delle carte di credito straniere non funzionano per pagare direttamente – chiaramente funzionano per ritirare soldi al bancomat. Sia che tu decida di cambiare da Euro a Yen prima di arrivare, sia che tu lo faccia in aeroporto (di solito non conviene), sia che tu decida di ritirare direttamente dal bancomat in Giappone, ti consiglio di ritirare una bella somma. Ricordo che al nostro arrivo ci toccò pagare tutto in contanti, poiché in albergo (prenotato con Booking.com e disponibile al pagamenti con carta di credito) non riuscimmo a pagare con la nostra carta. Considera che pagherai quasi tutto in contanti.


COME ARRIVARE A TOKYO

A Tokyo esistono due aeroporti: Narita ed Haneda. La maggior parte delle compagnie aeree internazionali sono collegate con Narita. Per scegliere come arrivare a destinazione domandatevi: dove si trova il mio hotel? A che ora è previsto il mio arrivo? Con quante valigie devo muovermi?

LIMOUSINE BUS, TOKYO

Per arrivare a Tokyo, sia da Narita che da Haneda, vi consiglio Limousine Bus – che di Limousine non ha assolutamente nulla tranne il nome – o Keikyu Bus. Dipendentemente dal tuo aeroporto d’arrivo e dalla tua destinazione impiegherai da una a due ore e le tariffe sono circa 3000 Yen da Narita e 1000 Yen da Haneda. Una volta comprato il ticket negli appositi desk, gli addetti dell’autobus metteranno un’etichetta sulle tue valigie (oppure no, ma non preoccuparti) e le caricheranno negli appositi vani. Non dovrai pensare a nulla, tranne ricordarti dove scendere. Secondo me è il metodo migliore, poiché muoversi con le valigie nei treni di Tokyo può essere davvero scomodo, soprattutto se ciò coincide con gli orari di rush hour (7:30-9 /17:00-18:30). E ti assicuro che dopo 12 o 20 ore di volo la stanchezza sarà tale da farti preferire una dormita invece che pensare ai cambi di treno ecc.

Con questi autobus, per andare all’aeroporto – soprattutto nelle stagioni più alte – è meglio prenotare online il giorno prima o alcuni giorni prima. Ci sono state delle volte che i posti erano tutti prenotati e abbiamo dovuto fare mille cambi tra treno e bus per arrivare in tempo in aeroporto.

Autobus-Tokyo
Limousine Bus Tokyo
Autobus-Tokyo
Keikyu bus Tokyo

NARITA EXPRESS, TOKYO (solamente da Narita)

Non ho mai utilizzato questo treno, ma in molti mi hanno parlato bene del Narita Express. Si tratta di un treno veloce che in un’ora e mezza ti permette di raggiungere il centro di Tokyo. I posti vengono assegnati al momento dell’acquisto. È più veloce del Bus ed i prezzi sono praticamente gli stessi. Alle valigie dovrai pensarci tu, ovviamente. Le fermate sono meno rispetto al Limousine Bus, quindi se il tuo alloggio non si trova vicino ad una delle fermate principali non lo consiglio.


MEZZI DI TRASPORTO PER IL TUO VIAGGIO IN GIAPPONE

TESSERE METRO-TRENO: SUICA CARD E PASMO CARD

Queste due card magnetiche hanno la stessa identica funzione: sostituire il biglietto cartaceo. Quindi basta comprarne una – per persona – ed utilizzarla per qualsiasi mezzo di trasporto pubblico in qualsiasi città giapponese. Dovrai utilizzarla per entrare e per uscire: in questo modo il sistema calcolerà il tragitto e scalerà i soldi. Si comprano nelle apposite macchinette che si trovano all’entrata o dentro le stazioni. Costano 500 Yen. Ricaricala con la quantità che desideri: alla fine del viaggio recati negli uffici delle stazioni di Tokyo, dove ti verrà restituito il credito non utilizzato più il costo iniziale della card.

Nelle highlight “IC Card” del mio profilo Instagram puoi vedere tutto il procedimento per comprare e ricaricare.

Altra funzionalità: puoi utilizzarla per comprare bibite nella maggior parte dei distributori sparsi nelle città (sono tantissimi) e per pagare nei vari combini (Lawson, Seven Eleven, Family Mart).

tessere-metro-giappone
Pasmo e Suica card, tessere del treno e metro Giappone
Veronica Massi Fuji dal Giappone

Beronika Masshi

Creata in Italia, emozionalmente modificata in Spagna, in fase di collaudo in Giappone

You May Also Like

Voli Italia-Giappone

Voli Italia-Giappone: quali scegliere?

JR Pass

JR Pass: quale scegliere e come usarlo

Que ver en kioto

Kyoto: consigli di viaggio

qué ver en nara

Nara: consigli di viaggio

2 thoughts on “Consigli per un viaggio in Giappone”

  1. È bellissimo questo blog. Voglio organizzare un viaggio in Giappone tra 2-3 anni, incluso imparare un po’ di giapponese basic, e ci sono un sacco di informazioni ! Da oggi hai un follower in più !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.